Tutto pronto per il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2017

Finalmente si parte, ancora una volta il Teatro antico di Segesta e la Città diventano luoghi dove la cultura e l’arte si incontrano d’estate tra il tramonto e l’alba.

Questo Cartellone 2017, ancora firmato dal Direttore Artistico Nicasio Anzelmo, sarà ricordato sicuramente per un anniversario davvero speciale, in programma il 26 luglio ancora a Calatafimi Segesta.

A partire dalle 19,00 infatti in Piazza Cangemi sarà celebrato il 50° anniversario della prima rappresentazione moderna de “La Pace di Aristofane”. Saranno presenti Giancarlo Sammartano, regista e Docente Universitario e assistente alla regia de “ La Pace” di Aristofane andato in scena nel 1967 a Segesta, per la regia di un grande attore, doppiatore, regista, cantante e scrittore italiano, Arnoldo Foà.

Laura Spanò
Ufficio Comunicazione del Comune di CalatafimiSegesta

Una palermitana e un londinese sposi a Marettimo. 120 gli invitati, tra inglesi e australiani

Il fascino di Marettimo ha stregato due giovani innamorati, lei di Palermo e lui di Londra, che hanno eletto l’isola come il luogo ideale per il loro matrimonio.

I due, circondati da amici e parenti, nella mattinata di ieri, nei locali della delegazione comunale, sono stati uniti in matrimonio dal vice sindaco, con delega alle frazioni, Enzo Bevilacqua.

Una nuova festa di gioia e di emozioni per la più lontana e magica delle Isole Egadi, i cui abitanti sono stati coinvolti nei festeggiamenti per condividere, assieme agli sposi e ai 120 invitati, molti dei quali provenienti dall’Inghilterra e dall’Australia, il momento del dessert. Dopo un banchetto riservato agli ospiti della cerimonia, infatti, i novelli sposi hanno voluto offrire le torte preparate appositamente per l’evento ai marettimari che si fossero aggregati per brindare al lieto evento.

Incantati dalla bellezza delle Isole, i due hanno deciso di sposarsi mentre si trovavano in vacanza a Favignana. Originale la richiesta avanzata alla futura moglie, con il dono di un biscotto a forma di anello.

Dopo aver visitato Marettimo i due giovani non hanno più avuto alcun dubbio e hanno fissato la data.

La loro gioia ieri è stata quella dell’intera comunità isolana.

Jana Cardinale

Al Girotonno trionfa il Giappone

CARLOFORTE (Sud Sardegna), Domenica 25 giugno 2017. E’ trionfo per il Giappone al Girotonno, la grande kermesse internazionale che coinvolge gastronomi, chef di fama internazionale esperti di cucina del tonno, giornalisti ed esperti della gastronomia mediterranea che per quattro intensi giorni, dal 22 al 25 giugno, ha trasformato Carloforte, nell’isola di San Pietro, nella “Capitale del tonno di qualità”, ossia il “tonno da corsa” che viene pescato nella tonnara dell’isola nei giorni della manifestazione.

Gli chef Haruo Ichikawa e Lorenzo Lavezzari sono i vincitori assoluti della Tuna Competition, la gara tra chef di sei paesi, Francia, Italia, Inghilterra, Mauritius, Perù e Giappone, fulcro dell’intera manifestazione che per quattro giorni ha animato l’isola di San Pietro.

Nella doppia sfida tra Isole Mauritius, in gara con lo chef Vinod Sookar, e Italia, rappresentata dai giovani chef sardi Federico e Nicolò Floris, e tra Perù, con i detentori del titolo Rafael Rodriguez e Rodrigo Rivarola, e Giappone, sono stati appunto gli chef portacolori del paese nipponico ad avere la meglio con la ricetta “Maguro Somen”, pasta in brodo giapponese servita fredda con un mix di brodo e profumi del Mediterraneo e dell’Oriente a base di tonno.

A consegnare il premio ai vincitori, un piatto in ceramica opera dell’artista genovese Angelo Salvatore Baghino, è stato il sindaco di Carloforte Salvatore Puggioni insieme a Paolo Palumbo, giovane affetto Sla e autore con lo chef Luigi Pomata del libro “Sapori e colori” al centro di un ambizioso progetto che propone, per la prima volta, piatti pensati e creati appositamente per tutti coloro che non possono nutrirsi in modo naturale.

La giuria tecnica, presieduta dal giornalista Maurizio Mannoni ha assegnato al Giappone anche il Premio speciale Giuria Tecnica per l’originalità con la seguente motivazione: “In un piatto, in un attimo, un viaggio lungo una storia affascinante, che miracolosamente si ricompone accanto al tonno di Carloforte. Che l’accompagna e se ne inebria”. A consegnare il premio è stato il vice sindaco Betti Di Bernardo.

L’altro premio della giuria di esperti e giornalisti, il Premio per la miglior presentazione, è andato al Perù con la seguente motivazione: “Il sapore è preceduto dai colori, che si accendono nel piatto richiamando alla mente ogni piacevole fantasia…il tonno è accarezzato da un soffio espressionista”. Il premio è stato consegnato dall’assessore comunale al Turismo Aureliana Curcio.

Grande successo ieri sera (sabato 24 giugno) al Palapaise per il concerto di Fiorella Mannoia. La cantante ha fatta tappa nell’isola di San Pietro con il suo “Combattente tour” che prende il nome dall’ultimo album della cantautrice, già disco di platino. Nel live l’artista, accompagnata dalla sua band, ha proposto i brani più nuovi dell’album tra cui il più celebre “Che sia benedetta”, presentato a Sanremo e già certificato oro, insieme ai suoi più grandi successi per una scaletta che è stata come sempre ricca di momenti intensi ed emozionanti.

Grande il lavoro svolto durante i Live Cooking Show e durante la Tuna Competition dai ragazzi dell’alberghiero Ipia “Galileo Ferraris” di Iglesias che hanno servito ai tavoli centinaia di piatti e dei sommelier dell’Ais, l’Associazione italiana sommelier sezione Sardegna che hanno curato l’abbinamento dei migliori vini delle cantine sarde ai piatti creati dagli chef in gara e dagli chef che hanno animato i Live Cooking.

Il Girotonno

Quattro giorni tra degustazioni, musica, cultura e grandi sfide di cucina tra chef di sei paesi: Francia, Italia, Inghilterra, Mauritius, Perù e Giappone. Una kermesse internazionale che coinvolge gastronomi, chef di fama internazionale esperti di cucina di tonno, giornalisti ed esperti della gastronomia mediterranea, candidando Carloforte “Capitale del tonno di qualità”, ossia il “tonno da corsa” che viene pescato nella tonnara di San Pietro proprio nei giorni della manifestazione. Fulcro della manifestazione è il Tuna Competition, la sfida ai fornelli tra chef di fama internazionale. Accederanno in finale i tre paesi che avranno superato le fasi eliminatorie e il paese, che pur non avendo vinto lo scontro diretto durante le 3 manche eliminatorie, ha ottenuto il punteggio più alto tra gli eliminati.

Durante la rassegna, organizzata dal Comune di Carloforte in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Feedback di Palermo, e con il patrocinio di Sardegna Turismo (www.sardegnaturismo.it), della Regione Sardegna, si rinnova l’antico rito della pesca del Tonno rosso – bluefin (Thonnus Thynnus).

LA GIURIA TECNICA

A giudicare i piatti ci saranno due giurie, una tecnica di giornalisti, presieduta da Maurizio Mannoni, giornalista del Tg3 Rai e conduttore di Linea Notte, e una popolare, composta dai visitatori della manifestazione, che assaggerà i piatti votando con palette numerate. Della giuria tecnica fanno parte l’oste e cuoco siciliano Filippo La Mantia, la giornalista pluripremiata Maria Canabal che scrive per alcune delle riviste più rinomate al mondo: Monocle, Gourmet, Vogue Casa, Le Nouvel Observateur. Canabal è anche presidente del Parabere Forum, il primo forum al mondo per le donne in gastronomia. A votare i piatti ci saranno anche il critico gastronomico François-Régis Gaudry che scrive per il settimanale L’Express, collabora con l’emittente radiofonica France Inter e cura il blog gastronomico e toque!; Gabriele Principato che collabora per il Corriere della sera, occupandosi di food per lavoro e per passione; Roberto Giacobbo conduttore di Voyager su Rai2; Marzia Roncacci, giornalista del Tg2 Rai e conduttrice di Tg2 Lavori in corso; Camilla Rocca, giornalista free lance che scrive, tra l’altro, per Il Giornale, Food 24 del Sole 24 Ore e Class; Philippe Siuberski che lavora all’Agence France-Presse (AFP) di Bruxelles e Charlotte Sylvestersen, corrispondente per la radio nazionale danese “24syv” e “POV.International” e lavora come freelance per i canali tv DR e TV2.

GIROTONNO LIVE COOKING

Dal vivo i maggiori interpreti della cucina italiana e internazionale

Con l’apertura della manifestazione scatta anche il Girotonno Live Cooking, dove i maggiori interpreti della cucina italiana si esibiranno dal vivo proponendo le loro migliori ricette che saranno poi degustate dal pubblico in platea. Tra i protagonisti Filippo La Mantia, l’oste e cuoco siciliano più famoso d’Italia e Stefano De Gregorio, chef resident di Saporielab a Milano. Presenza fissa del Girotonno è poi lo chef carlofortino Luigi Pomata, maestro nella cucina del tonno. Sul palco saliranno anche i sardi Achille Pinna e Roberto Serra e il maestro giapponese Haruo Ichikawa con Lorenzo Lavezzari. Il maestro Ichikawa si esibirà anche nella cerimonia tradizionale del taglio del tonno. Tra gli ospiti dei live cooking, direttamente da Gambero Rosso Channel arriva il giapponese Hirohiko Shoda, detto Hiro. A condurre gli appuntamenti sul palco Federico Quaranta, giornalista enogastronomico e conduttore di Linea Verde su Rai1, affiancato dalla showgirl siciliana Eliana Chiavetta.

GIROTONNO LIVE SHOW

Al calar del sole, spazio alla musica e agli spettacoli. Sul palco allestito in Banchina, ogni sera, esibizioni di gruppi locali. Al Palapaise arrivano, invece, alcuni dei maggiori artisti della musica italiana. Venerdì 23 giugno è il turno di Nek, un artista di fama internazionale con milioni di dischi venduti nel mondo. Il suo “Unici in Tour” sarà al Girotonno per fare cantare il pubblico della rassegna con i successi dell’ultimo album di inediti, “Unici”, entrato subito ai vertici delle classifiche L’album contiene il singolo “Differente”, tra i brani più trasmessi dalle radio italiane e le hit degli scorsi mesi “Uno di questi giorni” e la title track “Unici”. Sul palco Nek regalerà al pubblico, con la sua straordinaria energia, le note degli indimenticabili successi dei suoi 25 anni di carriera, tra cui il successo mondiale “Laura non c’è”, 2 milioni di copie e 6 dischi di platino, e i brani del suo nuovo album. Sabato 24 giugno sarà il turno di Fiorella Mannoia che farà tappa a Carloforte con il suo “Combattente tour” che prende il nome dall’ultimo album della cantautrice, già certificato Platino. Nel live che la vedrà protagonista al Girotonno l’artista, accompagnata dalla sua band, proporrà i brani più nuovi dell’album tra cui il più celebre “Che sia benedetta”, presentato a Sanremo e già certificato oro – insieme ai suoi più grandi successi per una scaletta che sarà come sempre ricca di momenti intensi ed emozionanti.

LA NOVITÀ: I GIROBUSKERS INTERNATIONAL

Tra le novità di quest’anno i Girobuskers International: le esibizioni di artisti da strada internazionali ogni giorno per tutto il centro di Carloforte (corso Cavour, via Garibaldi, palco centrale, Chiesa di San Carlo, Molo centrale e piazza della Repubblica). Trampolieri, clown, acrobati e giocolieri daranno vita a spettacoli di strada conditi con musica, fuoco e tanta comicità. Gli artisti provengono, oltre che dall’Italia, anche da Inghilterra, Argentina e Cile.

SHOPPING E DEGUSTAZIONI ALL’EXPO VILLAGE

L’Expo village, sul lungomare e lungo le stradine del centro storico di Carloforte (Banchina Mamma Mahon, corso Cavour, piazza Repubblica) offre ai visitatori la possibilità di fare shopping, ogni giorno fino a mezzanotte, tra le specialità agroalimentari locali e i prodotti dell’artigianato sardo.

ALLA SCOPERTA DELL’ISOLA DI SAN PIETRO: PASSEGGIATE E VISITE AL MUSEO

I visitatori del Girotonno avranno la possibilità di conoscere le bellezze dell’isola di San Pietro attraverso nove itinerari di trekking, a scelta tra passeggiate per famiglie, tra i caruggi di Carloforte, o di trekking immersi nella natura di alcune delle cale più belle, sorseggiando aperitivi al tramonto o a bordo di una Land Rover. Dalla banchina, inoltre, parte ogni ora il trenino turistico urbano per un tour di 40 minuti del borgo di Carloforte. Porte aperte anche al Museo Torre San Vittorio, una torre settecentesca, con allestimenti innovativi, che racconta la storia dell’isola.

LE DEGUSTAZIONI: LE MIGLIORI RICETTE DI TONNO AL TUNA VILLAGE

Grande protagonista sua maestà il tonno, proposto in tantissime ricette sulla banchina Mamma Mahon. saranno servite no-stop le migliori ricette a base di tonno con un menu del costo di 15 euro.

TRASPORTI
In occasione del Girotonno, due importanti novità sul fronte dei collegamenti per raggiungere la Sardegna e l’isola di San Pietro.
Le “Navi Gialle” della Sardinia Ferries offrono il 20% di sconto sulla tariffa passeggero, auto, moto e cabine. La promozione è disponibile sulla linea Livorno/Golfo Aranci sino al 23 giugno e sulla linea Golfo Aranci/Livorno dal 23 al 28 giugno. Per prenotazioni e informazioni: http://www.corsica-ferries.it.
Da venerdì 23 a domenica 25 giugno, la compagna di navigazione Delcomar applicherà una tariffa unica promozionale a passeggero sulle tratte Portovesme – Carloforte e Calasetta – Carloforte (andata e ritorno).
Le corse in partenza da Calasetta e Portovesme, per Carloforte, e viceversa, saranno potenziate secondo gli orari che sarà possibile visualizzare nel sito istituzionale della Delcomar all’indirizzo http://www.delcomar.it.
CENNI STORICI

LA TONNARA DI CARLOFORTE

Tra le più antiche tonnare del Mediterraneo, quella di Carloforte si attesta ai vertici internazionali della pesca del tonno di qualità con circa 4.000 esemplari pescati. Prima nel Mediterraneo per quantità, la tonnara vanta una plurisecolare attività mai interrotta dal 1738, anno di fondazione della città. E prima ancora, con il nome di Ieracon, in epoca fenicia, e di Acipitrum Insula, nel successivo periodo romano, l’attuale Isola di San Pietro è la più antica sede di tonnare di cui si hanno reperti e testimonianze visibili. Nel corso della storia si è consolidata una ritualità profonda che lega questo meraviglioso luogo del Mediterraneo al tonno. I Fenici, amavano a tal punto il tonno da coniarlo sulle proprie monete. Nel loro ossessivo peregrinare sulle rotte del Mediterraneo alla ricerca di metalli, questi mercanti e navigatori leggendari, fondarono città e stabilirono colonie, convissero con Greci, Romani, Siculi e Sardi…e concepirono le tonnare.

LA MATTANZA. SULLE ROTTE DEL TONNO DI CORSA

Già Aristotele, notando la regolarità del passaggio dei tonni, ne aveva cercato, invano, una spiegazione logica. Fenici, Arabi, Romani e Spagnoli pensarono di sfruttare la periodicità dell’evento per dare impulso all’attività di pesca lungo le coste sarde. Nacque così una sorta di rito laico che si perpetua da millenni, con ritmi ampiamente prevedibili, perché il passaggio dei tonni, come il respiro delle maree, e’ una delle suggestive costanti mediterranee. I tonni adulti, chiamati ‘‘tonni di corsa” (thunnus thynnus) entrano dall’Oceano nel Mediterraneo per riprodursi. Ben pasciuti ed attirati dal richiamo sessuale, in primavera migrano a branchi lungo la costa. La credenza dice, addirittura, che il tonno: ‘‘segue la costa e nuota guardando solo dal lato sinistro…’‘. Vero o no, i tonnaroti, resi esperti da una tradizione antichissima, tendono le loro reti dalla riva verso il largo dalle classiche e grandi barche nere (bastarde), quasi fossero braccia invisibili tese verso i branchi di tonni in amore. Eros e Thanathos, amore e morte: oggi come ieri si ripete a Carloforte un rito antico, un antico mistero.

CARLOFORTE

Carloforte affonda le sue radici nella mescolanza di etnie dell’intero bacino del Mediterraneo. Nel 1738 alcuni navigatori genovesi provenienti da Tabarka, già colonia ligure sulla costa tunisina, sbarcarono sull’isola di San Pietro – allora disabitata – su invito di Carlo Emanuele III di Savoia, attratti dai banchi di corallo e dalla ricca presenza di tonni. Da questa migrazione nacque Carloforte – così chiamata in onore del Sovrano – e ancor’oggi quelle radici marinare rimangono tenacemente inalterate, perché è dal mare che gli isolani traggono benessere, cultura ed una tradizione che ne fa inimitabili maestri d’ascia e tonnarotti per vocazione.

UFFICIO STAMPA NAZIONALE
Angela Abbate

Calatafimi, parte la prima campagna di scavi del progetto MEMOLA al Castello Eufemio

CALATAFIMI SEGESTA. Verrà inaugurata il prossimo mese la campagna di scavi archeologici nei pressi del Castello Eufemio di Calatafimi Segesta. Una missione a carattere internazionale, guidata dall’Università di Granada (Spagna) e autorizzata dalla Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Trapani, che proverà ad indagare le prime fasi insediative del fortilizio, con particolare attenzione allo sviluppo altomedievale.

La ricerca fa parte di un più ampio progetto europeo chiamato MEMOLA, che si basa sull’analisi dei paesaggi culturali di montagna nell’area mediterranea, attraverso numerose istituzioni e con una prospettiva multidisciplinare.
L’équipe di archeologi, appositamente selezionata,verrà diretta sul campo da José María Martín Civantos, docente di Storia Medievale e Archeologia all’Universidad de Granada e responsabile scientifico dell’intero programma di ricerca. Allo scavo prenderanno parte altri soci europei del progetto che, a seconda delle proprie specializzazioni, apporteranno ulteriori contributi alla conoscenza del sito. Verranno difatti prelevati dei campioni di terreno per l’analisi pedologica (Università di Palermo), verrà compiuta una prospezione geochimica (Università di Sheffield) ed una flottazione (Escuela Española de Historia y Arqueología en Roma-CSIC) dei sedimenti archeologici raccolti nei vari piani d’uso dei singoli ambienti scavati, per il recupero dei resti vegetali antichi. A queste analisi si aggiungerà il rilievo integrale e tridimensionale del sito e della rupe su cui questo si erge.

L’assessore comunale ai beni culturali Maria Gandolfo dichiara: “Dopo anni, al Castello Eufemio avremo una campagna di scavi, un progetto che è stato fortemente voluto dall’equipe di professionisti coinvolti tra cui l’archeologo Rocco Corselli nostro compaesano, inoltre l’assessore tiene a sottolineare che oltre all’indiscutibile importanza culturale l’iniziativa porterà un grande vantaggio sociale. La campagna di scavi, infatti, in alcune fasi sarà aperta ai visitatori. Ideologicamente il castello diventerà proprietà di ogni cittadino e questo senso di appartenenza rafforzerà quel sentimento di bene comune che è una prerogativa dell’amministrazione, un luogo che purtroppo negli anni è stato vittima di atti vandalici si trasformerà in un contesto di crescita culturale e sociale. L’amministrazione comunale augura buon lavoro e ringrazia chi con professionalità e cura, ama il proprio territorio”.

Si segnala che verranno organizzate alcune giornate aperte allo scavo, al fine di poter avvicinare il pubblico alla storia del luogo, mentre una conferenza conclusiva dello scavo mirerà a mostrare i dati storico-archeologici ottenuti.

Approvato il bilancio di previsione 2017-2019

Il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione 2017-2019. Ieri sera 11 consiglieri sui 19 presenti hanno votato favorevolmente lo strumento finanziario. Otto i voti contrari. «Ringrazio tutti i consiglieri comunali, quelli a sostegno dell’amministrazione ma anche quelli d’opposizione che hanno svolto il loro ruolo con puntualizzazioni finalizzate ad ottenere migliorie volte esclusivamente all’interesse della città -afferma il sindaco Nicolò Coppola-. Sono inoltre soddisfatto perché il bilancio approvato prevede una diminuzione della pressione fiscale, in particolare delle tassa sui rifiuti. Un bilancio in equilibrio che prevede anche misure sociali e di sostegno importanti». La previsione del 2017 per le spese correnti è di 15.954.429,05 euro e per le spese in conto capitale di 3.585.303,94, le entrate correnti di natura tributaria per il 2017 sono pari a 9.888.650,00 euro, le extratributarie 2.442.287,51 euro. L’assessore al Bilancio Salvo Bologna spiega che lo strumento finanziario approvato prevede «una diminuzione della Tari pari al 20% e maggiori entrate derivanti dall’Imu. La diminuzione della tassa è ottenuta dai maggiori introiti provenienti dalla lotta all’evasione fiscale che ci hanno consentito un incremento notevole e dalle infrazioni al codice della strada. Aumentato anche il riscontro della tassa di soggiorno con un incremento di circa 35 mila euro. Grande attenzione al settore sociale con interventi ormai consolidati come per esempio i progetti per disabili nelle scuole, il finanziamento per un centro diurno disabili, progetti ed attività sociali per categorie in difficoltà -prosegue l’assessore al Bilancio Salvo Bologna-, acquisti di arredo scolastico e creazione di spazi per bambini con stanziamenti per la villa comunale Regina Margherita e per villa Olivia». Il consiglio comunale ha votato favorevolmente anche un emendamento di circa 50 mila euro presentato da sette consiglieri (Coppola, Maltese, Foderà, Cassarà, Di Filippi, Barbara, Blunda) che prevede «uno stanziamento che promuove il marketing territoriale della banda musicale che sarà in tour in America -spiega il vicesindaco Salvo Bologna- l’impinguamento del fondo progettazioni e interventi sulla viabilità stradale, per ulteriori lavori all’arena delle rose e la verifica della possibilità della realizzazione di una seconda rotonda sperimentale in zona San Paolo, poco distante da quella già realizzata».

Portavoce del Sindaco: Annalisa Ferrante

AL VIA PROGETTO SUL MIGLIORAMENTO DELLA COMUNICAZIONE IN ONCOLOGIA E LE CONVERSAZIONI DI FINE VITA

Si è concluso ieri nella sala conferenze di palazzo Ulivo alla Cittadella della salute di Erice Valle, il primo dei corsi di formazione del progetto del Ministero della salute “Benessere mentale in oncologia e le comunicazioni di fine vita” destinati alla Sicilia, e coordinati da Antonio Sparaco, dirigente medico dell’ASP di Trapani e responsabile nazionale del progetto.

Il corso è già stato effettuato in Liguria, in Toscana e nel Lazio. L’obiettivo principale del progetto consiste nel promuovere la salute mentale e il benessere della persona fino alla fase finale della vita, aumentando le competenze comunicative degli operatori delle equipe multi-professionali impegnate nelle cure palliative in hospice, in ospedale e a domicilio.

In particolare questo progetto è rivolto a oncologi, palliativisti, infermieri, fisioterapisti, foniatri, psicologi, assistenti sociali, assistenti spirituali e operatori sociosanitari.

“Questo per assicurare – spiega Sparaco – una buona qualità dell’assistenza, non solo attraverso atti sociosanitari, ma anche attraverso una comunicazione efficace derivante dall’utilizzo di strumenti di miglioramento della qualità dell’assistenza. Penso al Manuale sulla valutazione della comunicazione in oncologia dell’Istituto Superiore di Sanità e alle Tecniche di conversazione di fine vita, finalizzate a determinare un aumento dell’empowerment del paziente rispetto alla sua sfera emozionale, psicologica, culturale, sociale e spirituale”.

Al corso hanno partecipato gli operatori dell’Asp di Trapani e quelli del privato sociale accreditato. Sono intervenuti tra gli altri il commissario straordinario dell’azienda Giovanni Bavetta e il direttore amministrativo Rosanna Oliva.

Ultimati i lavori di riparazione della condotta fognaria di via Libica

Ultimata la riparazione del tratto di condotta fognaria, situata tra la Via Libica e la Via Culcasi che la scorsa settimana aveva subito un cedimento che ha provocato un limitato sversamento dei reflui nel tratto di mare tra Lido rombo e l’ex hotel Cavallino Bianco. Su tale tratto di litorale, a scopo cautelativo, era stata interdetta la balneazione.
La tempestività della risoluzione del problema è stata possibile grazie alla decisione, da parte dell’Amministrazione comunale, di affidare l’incarico della riparazione ad un artigiano locale che ha realizzato manualmente il tratto di condotta che è stato messo in posa a sostituzione di quello danneggiato. Diversamente, si sarebbero dovuti attendere diversi giorni per l’arrivo del pezzo da parte dalla ditta che produce le condotte.
Ieri è stato eseguito anche lo svuotamento della vasca di accumulo. Si attende adesso l’esito delle analisi delle acque del tratto di mare interessato che, se darà esito negativo, consentirà la balneazione possibilmente già da sabato.

===============
Città di Trapani
Staff del Sindaco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: