Valderice, 31 luglio 2011 – L’Unione dei Comuni dell’Agro Ericino e il GAL Elimos, su proposta avanzata all’assemblea dal sindaco di Valderice, Camillo Iovino, hanno aderito, come hanno già fatto lo stesso comune di Valderice e quello di Favignana (Rpt corretta), al distretto turistico “Antichi mestieri, sapori e tradizioni popolari di Sicilia”, riconosciuto dalla Regione Siciliana con decreto dell’assessore per il Turismo (n. 27 del 13 giugno 2012).
Tra gli obiettivi del Consorzio, di cui fanno parte altri 22 comuni siciliani, la promozione del turismo attraverso la valorizzazione di temi e peculiarità delle attività produttive e culinarie della tradizione siciliana. La sede del Distretto è presso il Comune di Taormina. Favignana e Valderice, saranno rispettivamente sede distaccata e sede operativa del Distretto per l’area della Sicilia Occidentale.
«Riteniamo – afferma il sindaco Iovino – che la particolarità delle nostre tradizioni culinarie e gastronomiche siano il valore aggiunto da proporre ai turisti per la creazione di percorsi di eccellenza. Di eccellenza come sono del resto i nostri prodotti tipici. Valderice già da tempo ha intrapreso questa strada verso lo sviluppo in maniera autonoma, in primo luogo attraverso la valorizzazione del centro di cultura gastronomica del Molino Excelsior, già ben inserito nei circuiti enogastronomici nazionali; poi attraverso le manifestazioni “Sulla rotta del Tonno Rosso” e “Cous cous day”, e infine attraverso l’istituzione del Registro delle Eredità Immateriali Locali, destinato a raccogliere i valori culturali della nostra civiltà contadina. Ora l’adesione al Consorzio rappresenta un ulteriore passo nella direzione della valorizzazione culturale del territorio in chiave turistica. Poi il riconoscimento come sede operativa del Distretto suggella l’importante lavoro svolto dalla mia amministrazione».
Sabato scorso presso la sala conferenze della Sede della Presidenza della Regione a Catania (ex Palazzo Esa, via Beato Bernardo 5), presente il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo, il sindaco Camillo Iovino, ed il sindaco Lucio Antinoro hanno partecipato alla presentazione del conferenza alla stampa.

Fabio Pace
Ufficio Stampa e comunicazione