Con una nota del 4 ottobre 2012 indirizzata al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, al Ministero dell’Economia e delle Finanze e all’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, la Compagnia delle Isole S.p.A. (ex SI.RE.MAR.) ha richiesto la rideterminazione delle tariffe massime all’utenza per l’esercizio di collegamento marittimo con le isole siciliane, che dovrebbero entrare in vigore il prossimo bimestre, novembre-dicembre.
La possibilità di rideterminazione delle tariffe è prevista dall’art.6 della convenzione stipulata dalla Compagnia delle Isole con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti lo scorso 30 luglio. Lo stesso art.6 della convenzione fa riferimento alla rilevazione delle quotazioni quotidiane dei combustibili di riferimento sulla piazza di Genova-Lavera a cui agganciare le tariffe, e il comma 3 dello stesso articolo prevede la richiesta di sospensione che potrà essere esercitata dallo stesso Ministero.
L’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità ha chiesto all’Associazione dei Comuni delle Isole Minori un parere sull’argomento e il sindaco di S. Marina Salina, Massimo Lo Schiavo (coordinatore ANCIM), ha già chiesto un urgente incontro al competente Assessorato Regionale.
Gli aumenti proposti vanno: per le navi da un minimo del 52,55% a un massimo del 129,84%; per gli aliscafi da un minimo del 72.42% a un massimo del 241,68%.
Per le Egadi, nel dettaglio: per Marettimo, nave + 81,76% e aliscafi + 77,98%;
per Levanzo e Favignana, nave + 52,55% e aliscafi + 77,98%.
Il sindaco di Favignana, Lucio Antinoro, già l’11 ottobre 2012 ha trasmesso ai Ministeri e all’Assessorato Regionale interessati un telegramma in cui esprime profondo sconcerto per la comunicazione dell’Assessorato Regionale in ordine alla richiesta avanzata dalla S.p.A. Compagnia delle Isole volta alla rideterminazione delle tariffe.

Questa, oggi, la dichiarazione del sindaco:

.
Relazioni con i media:

Jana Cardinale
Cell. 3335802558
comunefavignana@gmail.com

Annunci