L’Assessorato alle Attività produttive invita a presentare progetti

Un contributo del 50% (ma si può arrivare anche all’80) per le spese sostenute per la promozione di vini a denominazione di origine protetta, i vini ad indicazione geografica, nonché i vini spumante di qualità, i vini spumante aromatico di qualità, i vini senza indicazione geografica e con l’indicazione della varietà. È quanto prevede il relativo bando regionale – misura “Promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi” – con istanza da presentarsi entro il prossimo 28 giugno. Diversi i soggetti cui il bando si riferisce: organizzazioni professionali, interprofessionali e di produttori; consorzi di tutela e produttori di vino; soggetti pubblici e associazioni. L’Assessorato alle Attività produttive, diretto da Oreste Alagna, nell’invitare gli interessati a presentare le richieste di finanziamento, comunica altresì che le azioni ammissibili riguardano promozione e comunicazione, partecipazione a fiere ed esposizioni di importanza internazionale, nonché creazione di siti internet, realizzazione di materiale informativo; incontri con operatori e giornalisti dei Paesi terzi.

Alessandro Tarantino

Annunci