Il sindaco: “Ringrazio Capitaneria, Soprintendenza, Genio civile e Demanio che, al mio tavolo, hanno ritenuto legittima la richiesta di sospendere il rilascio di concessioni demaniali marittime”

«Alla conferenza di servizi da me convocata perché venga sospeso il rilascio di nuove concessioni demaniali nel tratto di costa che va dal castello fino a Petrolo, hanno preso parte tutti gli Enti chiamati in causa, che ringrazio per il rispetto all’istituzione che rappresento. Capitaneria di porto, Soprintendenza, Genio civile e Demanio, hanno ritenuto legittime le aspettative e le richieste di questa amministrazione comunale, concordando sull’opportunità della sospensione del rilascio di concessioni demaniali. Il demanio si è anche impegnato a sospendere i procedimenti non ancora conclusi. Sono soddisfatto». Lo afferma il sindaco Nicolò Coppola in merito alla conferenza di servizi tenutasi al Comune alla presenza del presidente del consiglio comunale, di rappresentanti della capitaneria di porto di Trapani, del genio civile, della soprintendenza, e dell’Arta demanio di Palermo. Il sindaco Coppola, sottolineando di aver già discusso la questione ed inviato agli stessi Enti una precedente lettera, ha ribadito “l’inopportunità della realizzazione delle strutture in concomitanza con i lavori di messa in sicurezza del porto e la lesione dell’immagine paesaggistica in un sito di particolare bellezza ed interesse”. «L’incontro è stato sicuramente puntuale poiché ero già intervenuto presso tutti gli uffici competenti -afferma il sindaco Nicolò Coppola- . In considerazione dei tempi lunghi ho ritenuto necessario convocare la conferenza di servizi. Precedentemente il Comune aveva già diffidato a proseguire i lavori per la realizzazione di un pontile, una ditta che li stava avviando in virtù della concessione demaniale. Sottolineo che questa concessione rilasciata dal demanio ha ottenuto parere contrario del Suap ad aprile del 2013, prima della mia elezione. E’ impensabile che si rilascino ancora concessioni fin quando non saranno conclusi i lavori di messa in sicurezza del porto, come ha evidenziato anche il presidente del consiglio comunale Domenico Bucca, sottolineando -continua il sindaco- che il consiglio, con due distinte delibere, ha chiesto agli organi preposti al rilascio di autorizzazioni demaniali, di sospendere qualsiasi iter». Inoltre il sindaco Coppola si dice «amareggiato per le insinuazioni e le accuse rivoltemi dal gruppo consiliare Cambiamenti, perché ho sempre ribadito che occorre dialogare e lavorare solo ed esclusivamente nell’interesse collettivo, per il bene comune, come questa amministrazione ha fatto e sta facendo». Nella conferenza di servizi il sindaco Coppola ha chiesto “fattiva collaborazione per far prevalere le ragioni dell’interesse pubblico”. Dopo un lungo dibattito,gli Enti “avendone rilevato prevalente interesse generale a tutela delle attività portuali pubbliche, al fine di aderire agli indirizzi evidenziati dall’amministrazione e dal consiglio comunale, concordano sull’opportunità della sospensione delle attività relative a procedimenti attinenti il rilascio di concessioni demaniali marittime nell’ambito portuale. Il demanio regionale prende atto di quanto convenuto e si impegna a verificare, anche acquisita la certezza della consegna delle aree oggetto di intervento in appalto relativo alla messa in sicurezza del porto, la possibilità di sospendere i procedimenti non ancora conclusi, pertinenti lo specchio d’acqua portuale”. Il 23 aprile si terrà un’altra conferenza di servizi dove saranno prese le decisioni conclusive.
Portavoce del Sindaco: Annalisa Ferrante