Sono cinque le iniziative organizzate in provincia dalla rete “I colori del mondo” che comprende i Comuni di Marsala, Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Custonaci, Paceco e Vita

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata del Rifugiato, istituita nel 2000 come occasione per ricordare la condizione di milioni di persone in tutti i continenti costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti.
In Italia è attivo dal 2001 il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) che è composto dalla rete degli enti locali che, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale. La rete “I colori del mondo”, che comprende i centri ‪‎SPRAR‬ gestiti dal Consorzio Solidalia nei comuni di Marsala (ente capofila), Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Custonaci, Paceco e Vita, ha organizzato – con l’importante supporto di Associazioni ed Enti – una serie di iniziative in diversi giorni e diverse aree del territorio.
Lo scorso 12 giugno a Vita si è svolta l’iniziativa #INBICIPERLAPACE, una passeggiata in bicicletta per sostenere la candidatura del mezzo di spostamento più democratico a disposizione dell’umanità a “Nobel per la pace” e per lanciare un messaggio di integrazione e cooperazione. Alla biciclettata hanno partecipato gli operatori dello SPRAR, i beneficiari e l’intera Comunità Locale.
Domenica 19 giugno alle 18.00, al Complesso San Pietro di Marsala si terrà l’evento “Insieme si può creare una società accogliente”, un seminario in cui interverranno il Sindaco Alberto Di Girolamo, l’Assessore alle Politiche Sociali Clara Ruggieri, il responsabile provinciale di LIBERA Salvatore Inguì, il cooperatore salesiano Antonino Sammartano e l’esperta di diritti umani Clelia Bartoli. Seguiranno alcune testimonianze dei richiedenti asilo e degli operatori presenti. Sempre al Complesso San Pietro durante la giornata vi saranno stand a cura delle Associazioni e un concerto del gruppo musicale Acqua Caura.
“Share your culture” è il tema della giornata di lunedì 20 giugno, organizzata presso la Fattoria didattica “Angela Gervasi” a Buseto Palizzolo. Dalle ore 10 operatori e beneficiari del centro SPRAR accoglieranno i presenti e interverranno con interviste, letture e momenti musicali. Si terrà una lettura di una sura del Corano (la n. 49 “La Sura delle stanze intime”) in lingua araba e italiana, da parte di due beneficiari del centro SPRAR di Buseto e della mediatrice interculturale, che parla del rispetto dei popoli e della fratellanza e pace tra di essi, e la lettura di alcuni brani della Bibbia. Seguirà una degustazione di prodotti locali dell’Azienda agricola “Gervasi” e di pietanze e bevande africane preparate dai beneficiari del centro SPRAR di Buseto e di Custonaci.
Venerdì 24 giugno a Paceco è in programma l’evento “Incontri(amo) il territorio”. Alle 17.30, nei locali dell’Associazione “Musica Ambiente e Tradizioni” (via S. Severino 70) si terrà il Convegno dal titolo “Progetto territoriale SPRAR”, con la testimonianza dei rifugiati e degli operatori del progetto. A seguire percorsi culinari SPRAR “Le vie del gusto” con piatti tipici dei vari paesi di appartenenza. Alle 21.00 in Piazza Vittorio Emanuele, si terrà la “Festa del Rifugiato”, con l’esibizione del Coro Gospel “Sound and Voices”, del gruppo Jamah Africa Bongo e musica a cura dell’associazione Rerum Novarum. Infine il 7 luglio a Castellammare del Golfo, momenti di condivisione, spettacoli e intrattenimento coinvolgeranno ospiti del centro SPRAR, operatori, istituzioni e la Comunità in un evento che si svolgerà alle 18.00 nell’Atrio comunale “Piersanti Mattarella”.
“Il confronto, l’accoglienza e l’integrazione sono indispensabili in una società sempre più multietnica, per questo lavoriamo ogni giorno in collaborazione con i comuni di Marsala, Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Custonaci, Paceco e Vita per attuare percorsi di inserimento socio-economico di richiedenti asilo e rifugiati – afferma Maria De Vita, presidente del Consorzio Solidalia, ente gestore degli SPRAR.
Gli eventi sono realizzati in collaborazione con: i beneficiari e gli operatori dei Centri Sprar di Marsala, Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Custonaci, Paceco e Vita, le Amministrazioni Comunali dei Comuni della Rete“I colori del mondo”, i Carabinieri di Buseto Palizzolo e di Custonaci, le parrocchie dove insistono i Centri Sprar, la Proloco di Buseto Palizzolo, il gruppo religioso “Comunione e Liberazione”, “Il Solco”, l’associazione culturale Alasd YO, l’AGESCI, Libera, Amici del Terzo Mondo, Marahaba, Archè, Rerum novarum, L’associazione culturale 4 Rocce, l’Associazione di danza “Danza Arkè”, l’Associazione culturale Musicambiente, A.P.D. Bonifato Don Bosco, l’Associazione Musicale Giacomo “Candela, l’Associazione Mediazione, la Proloco Vitese e l’associazione Spazio libero onlus, gli operatori del progetto Giovanicr@zia.

L’addetta stampa Audrey Vitale