Ammonta a quasi 75.000 euro la somma totale restituita 998 cittadini per il pagamento di tributi non dovuti.
Un notevole lavoro, effettuato a pieno ritmo, dall’ufficio tributi del Comune di Trapani, per il controllo di tutte le entrate tributarie ricevute dal 2013 ad oggi.
Nella maggior parte dei casi si tratta di somme che i contribuenti hanno erroneamente versato in eccesso a seguito di variazioni.
Per la TARSU un cittadino è stato rimborsato per € 3.918 per somme versate in eccesso negli anni 2010, 2011 e 2012
Per il 2013 sono stati effettuati 123 rimborsi per la TARES pari a € 28.468,00.
Notevoli i rimborsi TARI per le annualità 2014/2015. Sono stati 851 i beneficiari per un totale di € 40810,53. Anche in questi casi si tratta di errori nel versamento a seguito di variazioni del nucleo familiare, della quadratura dell’immobile, di periodo di possesso. Molti anche gli errori riscontrati a causa di un versamento doppio dovuto alla confusione nell’utilizzo del moduli di versamento pervenuti ai singoli contribuenti.
Un ulteriore somma pari € 1779,00 si riferisce al rimborso TARI con riversamento verso altri enti. Si tratta infatti di ben 23 cittadini che, nel periodo 2015/2016, hanno erroneamente versato i tributi al Comune di Trapani piuttosto che ad altri enti. In questo caso avevano indicato il codice ente errato.

“Si è trattato di un dovere morale – ha dichiarato il Sindaco Damiano – prima ancora che di un obbligo contabile. Ho dovuto sollecitare piu’ volte gli uffici a provvedere ai rimborsi, tenuto conto di molteplici e sempre urgenti impegni in capo alla Ragioneria generale. Finalmente abbiamo restituito non solo le somme erroneamente versate ma soprattutto, in qualche caso, dignità a chi con quelle somme avrebbe potuto far fronte a soddisfare propri bisogni primari. Anche questa volta sono soddisfatto di cio’ che l’Amministrazione ha fatto per i cittadini”.

=======================
Città di Trapani
Uff. Sito Internet

Annunci