Venerdì 21 aprile 2017, ore 21:30
Sabir
Via Quintino Sella 49, Palermo

Aperitivo portoghese e concerto degli Alenfado

Un viaggio artistico che parte dal Portogallo, passa per la Spagna, tocca l’Argentina e Cuba e approda in Italia omaggiando la Sicilia, alternando i brani musicali alla lettura di testi poetici.

Per l’occasione il Sabir – Città Mediterranea – diventerà un tipico locale lisboneta, con la possibilità di gustare un aperitivo totalmente lusitano, con piatti della tradizione di Oporto e Lisbona.

Francesca Ciaccio (voce)
Toni Randazzo (chitarra acustica e arrangiamenti)
Roberto Buscetta (chitarra flamenca e testi)
Fabio Barocchiere (basso acustico)
Angela Mirabile (percussioni)
Vera Unti (violino)

Aperitivo a partire dalle 19:30
Concerto ore 21:30

Per la formula aperitivo+concerto è necessaria la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni inviare un messaggio alla pagina Facebook Sabir o telefonare al 3288668128.

Pagina Facebook: Sabir
Evento Facebook: Alenfado Live al Sabir

——————————-

ALENFADO

Appassionati di musica etnica, gli Alenfado si dedicano alle ricerche, musicali e testuali, di brani della tradizione del fado portoghese e della musica iberica, per rintracciare tematiche e sonorità risuonanti con le emozioni e i sentimenti dei sud del mondo, partendo proprio dalle tradizioni mediterranee.

Il loro repertorio comprende, tra gli altri, brani riarrangiati dei Madredeus, di Amália Rodrigues, Dulce Pontes, Mariza, Mayte Martin, Las Migas, ma anche brani italiani tradotti in portoghese o in spagnolo, e brani originali scritti e arrangiati dagli stessi Alenfado.

Il Fado (dal latino “fatum”, destino), canzone urbana di Lisbona, riconosciuto come patrimonio immateriale dell’Umanità dall’Unesco, è il simbolo dell’identità della città e del Paese, che racconta i sentimenti, le pene d’amore, la nostalgia e la vita quotidiana.

Pagina Facebook: Alenfado
alenfado@gmail.com

———————–

ALTRI APPUNTAMENTI

Il giorno 29 aprile 2017 alle ore 21,00 presso la chiesa di S.Oliva a Palermo, in corso Calatafimi 448, si inaugura il XV Festival organistico e di musiche da camera Albert Schweitzer.

L’organista romana Livia Mazzanti, allieva prediletta del famoso compositore e virtuoso francese Jean Guillou, suonerà musiche di Bach , Zipoli, Galuppi ed Improvvisazioni, sul nuovo organo Walcker-Colletti, recentemente collocato nella suddetta chiesa.
Livia Mazzanti è fra le poche donne organiste ad improvvisare su temi dati dal pubblico, oltre che ad essere un a specialista di musiche del novecento storico italiano.
Ha effettuato concerti in tutta Europa, ed inciso per alcune case discografiche di rilievo.

Il XV Festival organistico Albert Schweitzer è nato nel 1990, ideato dai soci della Schweitzer di Palermo.
L’intento è quello di valorizzare gli antichi e odierna organi a canne degli, territorio siciliano, oltre che alla riscoperta di talenti esecutori e compositori siciliani.
La XV edizione sarà itinerante e vedrà città quali, Roma, Milano, Twistringen in Germania, e Ribera, con un seminario tenuto da uno stesso allievo di Jean Guillou, Davide Macaluso, siciliano, che vive a Gallarate.
L’associazione non gode da anni di contributi da parte degli enti regionali e comunali del territorio siciliano, probabilmente più attenti ad attività di facile populismo, sgravate per così dire da connotazioni culturali di ampio respiro artistico.
L’intero Festival si autogestisce con fondi della Cantoria di Roma diretta dal tenore e direttore Vincenzo Di Betta, e con il supporto economico dell’istituto Toscanini di Ribera.

L’ingresso ai concerti è gratuito

Annunci